Trasporto e logistica durante l’epidemia di Coronavirus

Situazione operativa nella logistica (Italia)

Aeroporto di Malpensa: funziona normalmente. Alcuni problemi di quarantena sembrano ritardare perché le apparecchiature mediche per il coronavirus hanno la priorità. C8 annulla tutti i voli per il Giappone fino alla fine di aprile. NCA continuano a cancellare il loro volo regolare fino almeno al 13 aprile, ma effettueranno voli speciali tra AMS e NRT in KW16, 17. Quasi nessuno spazio fino alla fine di questo mese. Il mercato del trasporto aereo di merci sta aumentando notevolmente.

Principali porti marittimi in Italia: Il porto di Genova è ancora un po ‘congestionato. Ma non ci sono grandi ritardi. Il trasporto via mare sta aumentando a causa della riduzione dei container vuoti.

Trasporto di merci su strada da / verso altri paesi dell’UE: i camion sembrano essere controllati in alcuni punti di confine, ma finora hanno attraversato il confine. C’è ancora un grosso ingorgo a Brennero. Talvolta richiede tempi di consegna più lunghi da / verso altri paesi dell’UE.

Situazione operativa dei nostri subappaltatori

La maggior parte di essi opera con personale limitato o lavora a casa.

Situazione operativa dell’ufficio MOL Logistics di Milano

Siamo stati in grado di organizzare l’importazione / esportazione aerea, l’importazione / esportazione oceanica e il trasporto merci su strada nell’UE. Ma alcune società stanno chiudendo, quindi si prega di avvisare il cliente di verificare in anticipo se lo spedizioniere o il destinatario in Italia è in grado di rilasciare o ricevere merci. Se il destinatario sta chiudendo quando la merce è arrivata in aeroporto / porto in Italia, dovremo conservare la merce in un magazzino e addebitare il deposito a te.

Oltre il 50% del nostro personale lavora a casa adesso. Si prega di comunicare con noi via e-mail come al solito.

Situazione generale

Il decreto chiamato “Cura Italia” è firmato dal primo ministro Giuseppe Conte. Questo è un pacchetto di incentivi fiscali.

Il Primo Ministro ha annunciato il nuovo decreto come di seguito:

Chiudi tutte le attività relative al prodotto dal 25 marzo, tranne quelle indicate di seguito (elencate nelle pagine 7-9 del decreto, è pubblicato in italiano)

  • Agricoltura, produttore alimentare compresa la produzione di macchinari per alimenti o agricoltura.
  • Industrie petrolifere e del gas.
  • Produzione di tessuti non tessuti, uniformi e altri abiti da lavoro.
  • Chimica e farmaceutica
  • Produttore legato alla difesa, aerospaziale.
  • Produttore collegato al servizio pubblico primario come fornitura di acqua, elettricità ecc.
  • Altro produttore delle industrie come indicato nel decreto.

Di seguito i servizi continuano ad aprire:

  • Trasporto (compreso lo spedizioniere)
  • Inviare
  • Banca, assicurazioni e altri servizi finanziari
  • Supermercati
  • Farmacia
  • Chiosco di giornali, negozio Tabaco

Il decreto del 22 marzo è stato ampliato ed è valido fino al 13 aprile. Gran parte del produttore è chiuso fino al 13 aprile.

Grazie mille per la comprensione e la collaborazione!